Sono Giorgia, giovane donna emiliano-romagnola che non può vivere senza viaggi, nè senza libri.I viaggi di Giorgia

Sono laureata in Lingue e Letterature straniere, parlo inglese e spagnolo in maniera fluente grazie ai miei viaggi, e leggo quanto più possibile, da tutte le letterature del mondo.

I libri sono il primo grande amore della mia vita, e rappresentano anche la mia più grande dipendenza, l’unico voglino che mi devo sempre togliere, quella cosa che acquisto compulsivamente e senza pentirmene.

Ho lavorato per molti anni nel ramo della formazione professionale, e questa esperienza mi ha arricchita enormemente, fornendomi competenze di cui non mi libererò tanto facilmente.

Poi però qualcosa è cambiato.

Ho fondato un’associazione culturale, che si chiama Diciottoetrenta ed è attiva dal 2014 sul territorio bolognese.

Mi sono “sporcata le mani” con la cultura, con il territorio, ma anche con il web, i social, il marketing.

Ho scritto progetti, vinto finanziamenti, realizzato attività e, facendo tutto questo, ho vissuto la fortissima emozione di poter arricchire il territorio che tanto amo di cultura, e d’ispirare persone a venirlo scoprire.

Amo la mia regione, l’Emilia Romagna, sopra ogni luogo. Ne amo la storia, i colori, i sapori (oh, i sapori!), le arti, ogni cosa.

Ho capito che la promozione territoriale è la mia vera vocazione.

Allora ho studiato, sono diventata Tecnico per la promozione turistica, specializzata nella progettazione e gestione d’itinerari.

Ora, grazie alle competenze acquisite, posso supportare realtà locali nella creazione di eventi e progetti turistici in grado di valorizzarne le ricchezze.

Il mio desiderio più profondo, insomma, è ispirare le persone a viaggiare.

Ma cosa significa viaggiare?

Per me, viaggiare significa percorrere un luogo, foss’anche il centro della mia città, visto e rivisto centinaia, migliaia di volte, guardandolo con sguardo puro e mente curiosa.

Significa esplorare i luoghi e ciò che nascondono; significa assaggiare, annusare, e, perchè no, anche toccare.

Ma non è tutto…

Un viaggio si può intraprendere anche comodamente seduti sulla poltrona di casa propria: quel viaggio si chiama libro.

Ho creato questo blog per condividere spunti, consigli ed emozioni dai miei viaggi, sia fisici, che letterari.

Racconterò i miei luoghi ed i miei viaggi, ed esplorerò ogni posto anche attraverso i libri nei quali ha preso vita, certa che le due esplorazioni si arricchiscano a vicenda.

Se è vero che il viaggio è cultura, è altrettanto vero che la cultura è un viaggio meraviglioso!

 

2 Comments

  1. Ciao Giorgia 🙂 Abbiamo tante cose in comune! Anche io acquisto compulsivamente libri, sono impegnata nel sociale e anche se ho vissuto solo tre anni nella tua regione, la porto nel cuore <3 Un piacere conoscerti "virtualmente"

    1. Ciao Grazia, il piacere è mio! Mi si apre il cuore sentendoti dire che sei affezionata alla mia regione! E poi, tra compratori ossessivi di libri, non possiamo che intenderci :D!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *