gita romantica e libro regalo san valentino
Molte terre, molte parole Parole e terre: libri di viaggio

Gita romantica con libro: tre idee per San Valentino!

…cosa gli/le regalo per San Valentino? Una gita romantica!

Ma non solo! Ci abbino un libro, che parli d’amore!

Visto l’entusiasmo che avete dimostrato nei confronti dell’articolo “Sei idee regalo per viaggiatori-lettori: gita più libro”, ho pensato che non ci fosse occasione migliore dell’imminente arrivo della festa degli innamorati per riproporre la formula!

L’idea alla base è la stessa: se si ama qualcuno, la cosa più bella da regalare è qualcosa da vivere e condividere. Un viaggio, ad esempio. Ma un viaggio può proseguire anche attraverso le pagine. Ed ecco che un libro che faccia rivivere i luoghi che si sono visitati insieme diventa il modo per prolungare la magia.

Quindi, se cercate un regalo, un po’ all’ultimo momento, ma che sia davvero significativo, ecco…

3 gite romantiche di un giorno, abbinate a libri d’amore, da regalare a San Valentino!

Piccolissima premessa: non sono una persona molto romantica, o almeno non nel senso classico del termine. Assemblare questa lista non è stato facile dal punto di vista delle letture, perchè gli unici libri d’amore che avessi letto erano grandi classici.

Mi è venuto in soccorso uno dei miei librai indipendenti preferiti. Nello specifico, devo ringraziare i ragazzi di La Confraternita dell’Uva di Bologna, enoteca letteraria e posto magico sia per chi ama il buon vino che per chi vuole un consiglio azzeccato per comprare un (qualche…) libro!

1) Gita romantica a Genova, “Adieu, Mon Coeur”!

gita romantica genova

La bella, bellissima Genova. Da bambina, la descrivevo come “enorme”, per la sensazione che mi dava. Oggi ne amo invece i vicoli più stretti…

Gita di un giorno a Genova: cosa fare?

La passeggiata romantica per Genova può iniziare già dalla Stazione centrale, uscendo dalla quale si può ammirare l’Arco di Trionfo. Andando verso il centro si passa per la splendida Via XX Settembre, coi portici affrescati e piena di bei negozietti e bar dove poter fare una bella colazione.

Arrivando alla piazza principale, Piazza De Ferrari, ci si trova circondati da palazzi storici monumentali. Qui si trova, tra gli altri, il Palazzo Ducale, che ospita sempre mostre molto interessanti: un paio d’ore potrebbero essere dedicate all’arte, volendo!

Dopo la Piazza, la fermata d’obbligo è il Duomo, ovvero la cattedrale di San Lorenzo, possente nei suoi marmi bianchi e neri, che ospita ancora la bomba della Seconda Guerra Mondiale che non riuscì a distruggerla.

A questo punto, è il momento di passeggiare per i Carugi, i vicoletti stretti e ombrosi cantati da De Andrè. Si può anche passare da Via del Campo! Il fascino di queste stradine è indubbio, e ha senza dubbio un suo romanticismo.

gita romantica genova

Scendendo in direzione del mare, non può poi mancare una visita al Porto Antico. Se avete un po’ di tempo, potreste fare una visita al famosissimo Acquario. In ogni caso, concedetevi due passi in questo quartiere, attraversando la marina del vecchio molo, e magari entrando nella Biosfera tropicale.

Quando si avvicina l’ora del tramonto, avviatevi verso la Spianata Castelletto, per godervi la vista della città e del mare dall’alto!

gita romantica genova

Dove mangiare a Genova?

Trovare un ottimo posto dove mangiare non è difficile, ma posso comunque consigliare i posti dove abbiamo mangiato durante il nostro più recente soggiorno.

Per il pranzo, un bello street food ligure a base di farinata all’Antica Sciamadda.

E per una cenetta romantica, con pietanze ben impiattate e un locale caratteristico, senza eccessi di prezzo? Trattoria Vegia Zena!

Il libro: “Adieu mon coeur”gita romantica più libro adieu mon coeur– Angelo Calvisi

L’amore è un tema fondante di questo libro.

Certamente la donna amata è il fil rouge che lega tutti i momenti della narrazione. Penso che sia anche il collante che tiene insieme il protagonsita, in definitiva.

E’ un amore che supera il tempo e lo spazio, e li fa mutare di senso, come testimonia la struttura della narrazione stessa, che si ritorce su se stessa formando un circolo.

Anche i circoli (viziosi) sono un tema fondante, senza dubbio, del romanzo. Al protagonista vogliamo bene, ma non abbiamo tutta questa voglia di immedesimarci sempre con lui!

Questo libro, edito da CasaSirio, si legge in due o tre ore, e se ha un difetto è quello di finire troppo presto!

2) Gita dal romanticismo d’altri tempi: Firenze, da una “Camera con vista”

gita romantica firenze

Ho già detto che amiamo Firenze? Ci andiamo almeno una volta l’anno, trovando ogni scusa possibile. Quest’anno saremo lì a metà giugno, come ho raccontato nei miei sogni di viaggio per il 2019.

Cosa vedere a Firenze in un giorno?

Se siete a Firenze per una sola giornata, dovrete scegliere se dedicarla tutta agli Uffizi, o rinunciarvi. Ma diamo per scontato che una gita romantica funzioni meglio tra le vie del centro.

La nostra passeggiata romantica può iniziare dunque da Santa Maria Novella, la stazione dove vi consiglio di scendere se arrivate in treno, ma anche la bellissima chiesa attigua.

A pochi passi, si entra nella piazza del Duomo, e si spalanca la bocca di fronte alla meraviglia di Santa Maria del Fiore con la cupola del Brunelleschi, del Campanile del Giotto, e del Battistero di San Giovanni. Salite sul campanile, o, se volete fare un po’ meno scale, sulla cupola. La vista di Firenze dall’alto, in una giornata dedicata all’amore, è impagabile!

Dopo la piazza del Duomo, viene senza dubbio Piazza della Signoria, dove si incontrano, oltra alla Fontana del Nettuno, Palazzo della Signoria e la Loggia dei Lanzi, che ospita sculture meravigliose tra cui il Perseo di Benvenuto Cellini, la mia preferita.

Qui, poco più avanti, troverete l’entrata degli Uffizi, che sono belli anche da fuori.

gita romantica firenze

Dalla galleria degli Uffizi, si sbuca sul lung’Arno. Ed ecco che arriva il momento di Ponte Vecchio! Bisogna essere preparati: molte delle piccole botteghe, sul ponte, sono di orafi. Potrebbe essere una splendida occasione per comprare un regalino in più!

Oltrepassato il Ponte Vecchio, dall’altro lato dell’Arno, potete decidere di visitare anche internamente Palazzo Pitti e le sue gallerie d’arte, oppure di proseguire la passeggiata all’interno dello straordinario Giardino di Boboli

Infine, se rimane un pochino di tempo, è bene spenderlo sorseggiando un aperitivo in uno dei numerosi localini che si possono trovare sul lung’Arno, adiacente al centro. Il romanticismo, al tramonto, è assicurato!

Dove mangiare a Firenze?

Anche in questo caso, non avrete certamente problemi ad accontentare il palato, ma vi darò due consigli per andare a colpo sicuro.

Per il pranzo, consiglio una visita al Mercato Centrale San Lorenzo. Tra gli svariati punti ristoro, troverete degli ottimi hamburger di Chianina, ma anche tartufo, zuppe, pizza gourmet e perfino menù etnici. Il tutto in una cornice che trovo assolutamente affascinante!

Per la cena, abbiamo scovato un posticino un po’ defilato, dall’aspetto di una vecchia osteria, in cui abbiamo mangiato stupendamente senza spendere troppo. Si tratta de Il Vivandiere. Mi raccomando, la cena si inizia con le bruschette col patè di fegatini e un buon vino locale!

Il libro: “Camera con vista” – E.M. Forstergita romantica e libro camera con vista

In questo grande classico della letteratura, Firenze rappresenta l’Italia, e l’Italia rappresenta la bellezza, i sensi, la passione.

La prima parte del romanzo è ambientata qui, dove una camera con vista sul centro di Firenze dà il la a una sedie di incontri e prese di coscienza della giovane protagonista.

La visita alla città s’intreccia con la nascita di un sentimento “che non dovrebbe essere”, mentre il ritorno all’Inghilterra della seconda parte del romanzo rappresenta il ritorno ai doveri, familiari e di classe.

E’ interessante leggere, o ri-leggere questo romanzo per scoprirne la visione dell’Italia e di Firenze, e provare a immaginarsi dama inglese dell’Ottocento mentre si passeggia nella Galleria degli Uffizi!

 

3) Gita precariamente romantica: Napoli, “mon amour”!

[Le immagini, per Napoli, sono gentile concessione di un fotografo eccezionale, Paolo Serra, che ringraziamo di cuore, non solo per questi scatti, ma anche perchè è stato lui, anni fa, il primo ad insegnare l’arte della street photography ad Andrea. Seguite la sua pagina su Facebook, avrete sempre qualcosa di bello da vedere!]

gita romantica napoli
Palazzo dello Spagnolo, Napoli
Foto di Paolo Serra

Napoli è la prossima meta italiana che dobbiamo scoprire. Non l’abbiamo ancora visitata, ne parliamo da molto, e condividerò qui con voi l’itinerario che stiamo progettando!

Cosa vedere a Napoli in un giorno?

Quante cose belle ci sono, da vedere, a Napoli? Forse troppe! Proverò ad elencare quelle che non mi farei mancare, in una passeggiata romantica per il centro della città!

In primo luogo, il Duomo di Napoli, ovvero la Cattedrale Metropolitana di Maria Assunta, di origine trecentesca ma con la facciata neogotica, con  il battistero di San Giovanni in Fonte e la Basilica di Santa Stefania. Certamente da visitare anche la cripta.

Visitare il centro di Napoli significa, senza dubbio, attraversare tutta la via Spaccanapoli, quello che fu il decumano inferiore della Napoli romana, che divide in due la città e rappresenta una traccia tangibile della sua storia antica.

La città poi è ricchissima di piazze, tutte importanti, che ospitano palazzi sontuosi. Tra queste, da visitare Piazza del Municipio, dove si erge la Fontana del Nettuno.

Proprio accanto alla piazza, si erge il Maschio Angioino, splendido castello duecentesco, dimora occasionale di personaggi tra i pià illustri dell’arte italiana.

Non si può, poi, non fermarsi in Piazza Trento Trieste, sede del Teatro San Carlo, uno dei più antichi teatri lirici attualmente attivi.

Adiacente, si trova la piazza forse più nota della città, Piazza del Plebiscito. Qui si erge il maestoso Palazzo Reale di Napoli, dove è possibile visitare gli alloggi reali ed i giardini.

Sempre in questa piazza, poi, si trovano la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo della Prefettura e il Palazzo di Salerno. E’ anche presente un piccolo belvedere, dal quale è possibile vedere l’amato Vesuvio.

Tra i palazzi degni di nota, da segnalare il grande esempio di barocco napoletano di  palazzo dello Spagnolo, detto anche dello Spagnuolo.

Non vi consiglierò dove mangiare, non avendone esperienza diretta. Mi azzardo però a dire che una bella pizza napoletana autentica sia il pranzo ideale.

gita romantica napoli
Castel dell’Ovo, Napoli
Foto di Paolo Serra

Se i palazzi storici hanno lasciato un po’ di tempo ed energie, beh, Napoli è celebre anche per le vie dello shopping. In particolare, è consigliata un passeggiata “attenta” per Via Toledo, fino ad arrivare alla Galleria Umberto I. Per chi ama lo shopping, c’è anche  Via Chiaia, pedonale e centralissima.

Infine, verso il tramonto, è il momento di dirigersi verso Castel dell’Ovo, che sorge sull’Isolotto di Megaride. Tra le molte cose affascinanti di questo luogo, sicuramente ci sono le leggende sull’origine del suo nome.

Nei pressi di questa suggestiva location, sul lungo mare, non sarà difficile trovare un ristorante con vista mozzafiato, per una cena romantica a base di pesce!

gita romantica e libro napoli mon amourIl libro: “Napoli mon amour” – Alessio Forgione 

Romanzo assolutamente generazionale, questo “Napoli Mon Amour” di Alessio Forgione parla delle e alle generazioni precarie.

Lo fa con forza, senza compromessi, mettendo in luce la disgraziata perdita delle generazioni dei “millennial” al mondo de lavoro, e di conseguenza al mondo.

E l’amore, quello bello e puro alla “Romeo e Giulietta”, attraversa questo romanzo come solo un amore precario può attraversare una vita.

Non dirò nulla di più, se non che, se fate parte di questa generazione, probabilmente vorrete far leggere questo libro a molte altre persone, specialmente delle generazioni precedenti. Non per vittimismo. Per far capire.

Il libro è edito da NN.

 

 

 

Please follow and like us:

You may also like...

28 Comments

  1. Condivido il tuo pensiero, festeggiare con un’esperienza da condividere è sempre la scelta che preferisco. Non avevo considerato le gite di un giorno, sono ottimi suggerimenti. E poi che bello che tu abbia abbinato un libro ad ogni città! Non mi sbilancio sulla mia preferita perché potrei essere decisamente di parte! 😉

    1. Sono tentata di sbilanciarmi sulla mia preferita, ma la verità è che ho inserito due dei miei posti preferiti in assoluto, e uno che desidero visitare 😀
      I libri che ho scelto hanno la città dentro, permettono in qualche modo di riviverla, e spero che possano davvero piacere “in abbinata”!

  2. Che bella questa idea, viaggio più libro, abbinata perfetta! Io scelgo Firenze e Camera con vista, adoro la Toscana e per San Valentino sarebbe proprio un sogno poterci andare!

    1. Eh, lo so, in questo caso il grande classico ci sta bene ;)!

  3. Mi segno il libro su Genova: è da tempo che voglio legarm di più a quella città e un libro è la cosa che può aiutarmi.

    1. Ho intenzione di leggere qualcos’altro dello stesso autore, che spero di conoscere a breve a una presentazione presso la stupenda libreria che me l’ha segnalato. Non mancherò di suggerire altri romanzi, nel caso!

  4. MARTINA BRESSAN says:

    Che articolo molto originale e molto interessante. Io non festeggio San Valentino, ma le idee sono ottime anche per altri weekend dell’anno. Mi hai incuriosito molto “Napoli Mon Amour” mi sembra un libro attuale…sarà che ho molta voglia di rivedere Napoli al più presto. Non conoscevo nemmeno “Adieu mon coeur” di Calvisi, potrebbe essere una di queste due una delle prossime letture.

    1. In effetti non è necessario festeggiare San Valentino, nè per fare una gita romantica, nè per fare una gita bella :D!
      Napoli Mon Amour è mooolto attuale, e il respiro di Napoli molto presente nel romanzo: da quello che dici, ti consiglierei di iniziare da lì!

  5. Non ci crederai ma proprio oggi alla radio parlavano del libro Napoli Mon Amour! Mi sa che è un segno del destino, lo dovrò leggere per forza! Scherzi a parte, interessanti le tue proposte di city break e libro coordinato

    1. Ma dai?! Che coincidenza! Mi diceva il libraio che questo libro fa parte di un percorso che la casa editrice sta sviluppando, insieme ad autori che nei propri romanzi rendono molto presenti i luoghi in cui sono ambientati. Ovviamente per me questa segnalazione è oro puro :D! Non mancherò di acchiappare e segnalare le nuove uscite man mano!

  6. Mi piace l’idea di regalare un libro oltre a una passeggiata. Regalo sempre libri, qualcuno mi ha detto che ne regalo tanti, ma a me piace fare quel tipo di regalo, perciò continuo

    1. Non si regalano mai troppi libri!! I miei cari e i miei migliori amici ormai sanno che, per qualsiasi ricorrenza, mi vedranno arrivare con un pacchettino rettangolare :D! Regalo libri anche al mio nipotino di 6 mesi, figurati! Fai benissimo a continuare, per me!!

  7. Io scelgo Genova, molto sottovaluta, ma secondo me bellissima e soprattutto caratteristica! Il libro che consigli, Adieu mon couer, lo voglio leggere 🙂

    Comunque, complimenti per l’articolo, davvero d’ispirazione 🙂

    1. Grazie mille!
      Concordo sul fatto che Genova sia sottovalutata! Dopo il disastro dello scorso anno, poi, c’è addirittura stato bisogno di “riabilitarla”, ho saputo da alcuni addetti ai lavori del luogo. Eppure è così bella, emozionante, ricca di stimoli!

  8. molto interessanti queste proposte io chiaramente ai primi posti metterei venezia e verona ma non ti nego che firenze e napoli sono perfette. Genova con tutto il trambusto che hanno avuto la lascerei per l’anno prossimo

    1. Beh, sono costretta allora a rivelarlo…nella prima bozza, questo post iniziava da Verona…sì, con Romeo e Giulietta! Ho deciso di cambiare direzione perchè ho preferito provare a dare suggerimenti che magari rappresentassero una novità. Ma il primo pensiero era stato Verona!

  9. tutti posti bellissimi io per una gita romantica voto Firenze

    1. Il grande classico, non si sbaglia mai ;)!

  10. Che idea originale abbinare una gita a sorpresa con un libro a tema come regali… questa me la devo ricordare per il futuro, per fare un regalo davvero speciale!

    1. Sono felice se ho dato uno spunto interessante, e spero che sarà ancor pi felice la persona che riceverà il regalo :D!

  11. Trovo fantastica e originale questa idea di regalare un viaggio abbinato ad un libro!! Non solo a San Valentino, ma anche in altre occasioni, rubo l’idea 🙂

    1. Certo, concordo, ogni occasione è buona! Anche “nessuna occasione”!

  12. Mi piacciono un sacco questi suggerimenti con libri annessi. Segnati tutti da leggere. Grazie per le dritte.

    1. Grazie a te per aver apprezzato :D!

  13. Bellissimo e molto azzeccato L’abbinamento libro/città! Un libro è sempre un regalo più che gradito anche al di fuori di San Valentino! La tua selezione è molto accattivante

    1. Sono d’accordissimo, è un regalo per tutte le stagioni :D!

  14. Marina says:

    Napoli mon amour è proprio l’ideale per me che voglio scappare a visitare questa bellissima citta

  15. Tre idee per un San Valentino partendo da un punto di vista alternativo, i libri. Un articolo diverso dai soliti e originale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *