visitare bruges in due giorni
Molte terre, molte parole Terre straniere

Visitare Bruges in due giorni… ma aver voglia di non andar più via!

Visitare Bruges in due giorni durante un road trip europeo

La visita a Bruges rappresenta la terza tappa del road trip europeo di cui ho iniziato a raccontare parlando di Lione, di come visitare Parigi in cinque giorni e dei suoi musei, oltre che di Versailles.

Dopo la Francia, dunque, abbiamo preso la mia fidata Micra blu e siamo arrivati in Belgio per visitare Bruges.

Visitare Bruges in due giorni – Giorno 1

Mulino di Sint-Janshuis

Per visitare Bruges, avevamo prenotato una stanza appena fuori dal Burg, il centro storico medievale.

Dopo aver parcheggiato ed esserci sistemati, ci siamo incamminati a piedi verso il centro.

La prima cosa che ci ha accolti è stato il Mulino di Sint-Janshuis. Il mulino, visitabile a pagamento durante gli orari di apertura, è uno dei quattro che potete trovare nel Parco dei Mulini.

visitare bruges in due giorni mulino sint janshuisI mulini risalgono al ‘700. Due di essi contengono musei particolarmente adatti a visite con i bambini, alla scoperta della storia di questi importantissimi edifici.

Il parco, che circonda il centro e affianca il canale, è percorso, naturalmente, da una bella pista ciclabile.

Markt e Beffroi

Il primo posto che si va a cercare, quando si visita Bruges, è invece il Markt, l’antica Piazza del Mercato, oggi piazza principale.

visitare bruges markt

La piazza è ariosa, viva, circondata dai tipici edifici fiamminghi.

Tra gli edifici che la circondano, spicca senza dubbio quello della Corte Provinciale, maestoso edificio neogotico di cui non riesco a dimenticare i comignoli arancioni.

Ma l’immagine più celebre del Markt è probabilmente quello della Beffroi, l’antica torre campanaria, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

torre di bruges

La costruzione di Bellfroi, o Belfort, risale al XIII secolo.

La visita interna prevede di salire fino in cima alla torre attraverso i suoi 366 scalini.

Una volta arrivati, si gode di una vista mozzafiato sulla città. Si può inoltre scoprire il celebre Carrillon di Bruges. Per sentirlo suonare, però, bisogna trovarsi nella piazza il mercoledì, sabato o domenica alle 11 del mattino.

Una nota cinematografica: se non avete visto il film“In Bruges”, guardatelo dopo essere saliti sulla torre. Ma guardatelo, ritrae una splendida Burges!

Cattedrale di San Salvatore e la Chiesa di Nostra Signora

Il duomo di Bruges è la Cattedrale di San Salvatore.

Nella forma che vediamo oggi, la costruzione risale al XIII secolo. Durante i secoli, è stata daneggiata e ricostruita molte volte.

Lo stile gotico è stato completato da inserti neo-gotici e neo-romanici, con la torre in stile romanico.

monumento cattedrale in miniatura bruges

Una cosa che ho trovato molto particolare è stata la “copia” della cattedrale sotto forma di opera d’arte contemporanea, sistemata proprio nel cortile della chiesa, e divenuta luogo di ritrovo e gioco per i bambini locali.

Penso che, nonostante non sia la cattedrale, la chiesa più importante di Bruges sia la Chiesa di Nostra Signora.

Anch’essa ricostruita varie volte nei secoli, la versione attuale risale sempre al XIII secolo.

Lo stile è gotico, e la torre della chiesa spicca come laseconda più alta della nazione.

Una delle cose che rendono celebre la chiesa è la scultura di Michelangelo raffigurante la Madonna col Bambino, presente nella chiesa. Non solo la scultura, ma innumerevoli dipinti e opere d’arte sono presenti nel museo della chiesa.

visitare la chiesa di nostra signora di bruges

Queste sono le cose da vedere assolutamente subito, quando si sceglie di visitare Bruges.

Per come spendere le rimanenti ore del giorno, rimando alla sezione finale di questo articolo.

Visitare Bruges in due giorni – Giorno 2

Tour dei canali in battello

Un’esperienza che mi sento assolutamente di consigliare a tutti coloro che decidono di visitare Bruges per la prima volta è il tour dei canali.

Abbiamo iniziato così la seconda giornata.

tour canali bruges

Visitare Bruges attraverso i suoi canali è molto interessante, oltre cche piacevole. La guida racconterà la storia della città (in inglese) e si potranno ammirare bellissimi e romantici scorci.

Il nostro tour però è stato particolarmente divertente. Auguro a tutti di trovare una guida come quella che abbiamo avuto noi.

Ovvero, una guida un po’ matta.

Ce ne siamo accorti quasi subito, quando ci ha accolti a bordo dandoci il benvenuto a “Bruuuuueueueueueuuuueueuge”. Durante tutto il tour ha allungato parecchio la vocale centrale del nome della sua città.

Tra le frequenti battute, il modo bizzarro di parlare, e, ehm, il modo azzardato di guidare la barca, ad un certo punto ci siamo chiesti se fosse interamente sobrio.

Abbiamo poi capito che non era ubriaco, era solo uno studente che cercava di farsi notare per avere qualche mancia in più.

Sicuramente è riuscito a farsi ricordare!

Il Begijnhof

Il Beghinaggio, Begijnhof , è un altro dei luoghi più celebri da vedere quando si visita Bruges.

beghinaggio bruges

Si tratta di un complesso di bianchissimi edifici in stile fiammingo. L’antica casa delle beghine di Bruges è ancora oggi dedicato alla chiesa, essendo dimora delle suore.

L’area è un’oasi di tranquillità, ornata da alberi e soprattutto da un giardino di primavera che pieno di stupendi tulipani.

Mentre vi trovate al Begijnhof, vale la pena di prolungare la passeggiata all’interno del Minnewaterpark, un romanticissimo parco dove la pace regna sovrana.

visitare bruges fontana

Passando dal Begijnhof al Minnewaterpark, cercate di passare da lla piazzetta di Wijngaardplein.

Qui si trova una fontana che ci ha colpiti particolarmente. Caratterizzata da teste di cavallo a dimensione quasi naturale, la fontana è proprio un abbeveratoio per cavalli dove si dirigono i guidatori delle molte carrozze che si trovano da quelle parti.

Vismarkt

Nel visitare Bruges, consiglio a tutti di non perdersi il Vismarkt, l’antico mercato del pesce.

visitare bruges vismarkt

Si tratta di un’affascinante struttura coperta in muratura che ancora oggi ospita il mercato del pesce, un giorno a settimana.

Se, come noi, vi recate al Vismarkt alla mattina o nel primo pomeriggio, inoltre, potete godervi un giretto al mercatino artigianale permanente.

Cose da fare ogni giorno, visitando Bruges

Ho elencato le principali attrazioni da cercare, ma la veritò è che penso che visitare Bruges possa e debba essere un’esperienza di serenità e relax.

Almeno, per me è stato così.

Ecco, dunque, le cose con cui riempire le proprio giornate e serate, tra un’attrazione e l’altre e dopo aver finito le visite della giornata!

Cioccolata!

Personalmente, sono una persona molto golosa.

cioccolata belga a bruges

Una persona golosa, appena arriva in Belgio, si butta alla ricerca della cioccolata più buona.

Ho una notizia: la cioccolata è tutta buona, buonissima. Buttatevi in ogni cioccolateria e assaggiate. Punto.

Se siete particolarmente interessati all’argomento, nel centro della città trovate anche il Choco-Story Museum, dove alla storia di questa preziosa sostanza si abbinano, ovviamente, alcuni assaggi.

Birra!

Non credo di dover essere io a tessere le lodi della birra belga. Dalla chiara, alla rossa, alla scura, nei pub di Bruges si trovano eccellenti pinte, da degustare anche in pià di un’occasione al giorno.

Perchè posso garantire che, al  ritorno, se ne sente la mancanza.

birra belga a bruges
Noi abbiamo assaggiato qua e là,ma voglio consigliarvi il pub che ci ha consigliato l’host della stanza dove alloggiavamo.
Si tratta del ‘t Poatersgat, un locale che va cercato perchè si trova sotto il livello della strada.
Scendendo delle scalette un po’ nascoste, ci si trova in questa affascinante cantina-salone a volte in mattoni. Per scegliere la birra, ovviamente, ci si affida al barman!
Noi abbiamo scelto di limitarci a esplorare qualche pub in libertà, ma per gli appassionati del genere, Bruges offre una “Beer experience” nell’omonimo museo.

Semplicemente passeggiare per le stradine

Infine, uno dei must se si sceglie di visitare Bruges è… semplicemente rilassarsi passeggiando per le sue stradine.

passeggiare per le strade di bruges

Come accennavo, in questa cittadina abbiamo respirato un clima di serenità che ci ha fatto venire voglia di goderci la città senza necessariamente avere sempre una meta e un’attività in mente.

Si sta bene, si sta proprio bene, da quelle parti.

Inoltre, passeggiare guardando le vetrine può rivelarsi, uhm, interessante.

visitare bruges con leggerezza

vetrine di brugesCome potete vedere dalle immagini, “interessante” sta anche per “bizzarro”.

Simpaticamente e intelligentemente bizzarro.

Insomma, il mio consiglio più importante per visitare Bruges è esplorarla e lasciarsi trascinare dai sorrisi che arriveranno!

libro su bruges Georges RodenbachIl libro: “Bruges la morta” – Georges Rodenbach

Il libro che ho deciso di consigliare a chi desidera visitare Bruges è “Bruges la morte”, “la morta”, di Georges Rodenbach.

Ho scelto questo romanzo anche se, paradossalmente, restituisce un’immagine della città estremamente laconica, malinconica, scura. Ed è evidente che noi abbiamo invece vissuto Bruges come un luogo di serenità e colore.

Il motivo per cui ho scelto questo libro è che Buges qui non è solamente un’ambientazione. E’ talmente tangibile e interconnessa alla vicenda da essere essa stessa un personaggio.

Cammina con i personaggi e con essi interagisce, agendo con la propria essenza nello sviluppo della trama.

Una trama non certamente allegra, d’atmosfera lugubre, e dall’epilogo forse prevedibile, ma non per questo meno sconvolgente.

Il romanzo è egregiamente scritto. Lo trovate nella recente pubblicazione in italiano, edita da Fazi.

Il libro si può leggere gratuitamente in versione digitale, iscrivendosi al programma Kindle Unlimited!

Iscriviti per ricevere i nuovi articoli via mail!
Visitare Bruges in due giorni... ma aver voglia di non andar più via! 1
Please follow and like us:
error

Dai un'occhiata anche a...

4 Comments

  1. Noi siamo stati a Bruges in inverno, poco prima di Natale, e l’atmosfera per le strade era davvero magica! Faceva freddo, sì, ma ci siamo innamorati del romanticismo di questa città.

    1. Penso sia una città per tutte le stagioni.. D’estate ci si rinfresca con la birra, d’inverno ci si scalda con la cioccolata calda 😉

  2. Io sono stata a Bruges in giornata da Bruxelles e devo dire che si, non si vorrebbe mai andar via! 🙂 L’ho trovata così bella!

    1. Se sei andata in giornata, avrai sofferto anche più di noi a dover andare via subito ;P!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *